Progetto “Adotta un’Azienda”

postato in: News | 0

Alla scoperta del tessuto economico umbro le classi Prime dello Scarpellini  dell’ A.S. 2014/15 con il Progetto “Adotta un’Azienda”

Si è concluso il 4 giugno 2015 con la selezione dei migliori lavori il progetto didattico “Adotta un’azienda” a cura della Prof.ssa  G.Rosaria Contu – Discipline Economico Aziendali – con la Prof.ssa Giuseppina Ficarelli di Informatica  con le classi Prime dell’Istituto.

Nato con l’intento di avvicinare gli alunni delle classi Prime al mondo delle aziende e conoscere così gli aspetti economici del territorio di riferimento, il Progetto è stato rivolto agli alunni delle classi 1^A-C-D AFM e 1^F-G Turistico, allargato anche alle classi 1^B e 1^E con la collaborazione della Prof.ssa Rita Pirolozzi di Discipline Economico Aziendale.

Nel corso della normale programmazione didattica i ragazzi hanno applicato i contenuti di economia e Informatica acquisiti in aula, attraverso la scelta di un’azienda a loro in qualche modo vicina, realizzando un lavoro di ricerca e approfondimento confluita poi in una relazione cartacea e un prodotto multimediale.

E’ quest’ultimo prodotto, la presentazione in Power Point della propria azienda, che è stato oggetto della selezione dei migliori lavori da parte della Commissione Interna composta dalle Prof.sse Gioia Contini e Novella Elisei, entrambe docenti di Discipline Economico aziendali dell’Istituto.

Il Progetto, che ha coinvolto oltre 150 alunni, ha messo a dura prova la Commissione che fra tanti lavori interessanti ha dovuto limitare la scelta di tre-quattro lavori per classe.

La consegna degli attestati di merito ai 28 alunni selezionati, è stata effettuata l’8 giugno 2015 dalla Dirigente dell’Istituto Pof.ssa Giovanna Carnevali che si è complimentata con i ragazzi per il lavoro svolto e sottolineato come questa esperienza possa costituire l’avvio di un percorso da proseguire nel corso degli anni successivi. Ha auspicato il proseguo delle modalità di lavoro adottata per lo sviluppo del progetto che ha evidenziato il valore del lavoro in team sia fra docenti che alunni e reso significativo e dotati di senso gli apprendimenti scolastici.

I lavori prodotti verranno raccolti così da costituire un archivio utile per accogliere e facilitare l’inserimento in Istituto dei futuri allievi.

Festa Europea

postato in: News, Senza categoria | 0

Gli studenti dell’Ite ‘F. Scarpellini’ incantano la platea al ritmo di musica e danza

SOLD OUT ALL’AUDITORIUM PER LO SHOW
SULLA LEGALITA’ E L’UNIONE EUROPEA

Ospite d’eccezione l’europarlamentare Rita Borsellino

FOLIGNO – Uno spettacolo di teatro civile, concepito come un lungo happening di circa due ore, per ricordare e capire, ideato e realizzato dagli studenti dell’Istituto Tecnico Economico ‘F.Scarpellini’, che, sabato scorso, in un Auditorium gremitissimo, hanno messo in scena lo show serale ‘Musiche e parole per l’Europa’, assemblando arti visive e performative, ipnotizzando il pubblico al ritmo di musica e danza. Legalità e unificazione europea i leitmotivs dell’evento, cui ha partecipato, ospite d’eccezione, Rita Borsellino, sorella del magistrato antimafia ucciso nel 1992 da Cosa Nostra nella strage di via D’Amelio a Palermo. Ottanta gli studenti che si sono alternati sul palco, tra readings poetici, videoproiezioni, esibizioni strumentali e canore, per realizzare uno
spettacolo aperto, di denuncia ma anche di speranza, in cui lo spettatore, con la sua emozione palpabile, i rispettosi silenzi e gli applausi scroscianti, si è trasformato in coprotagonista dello show. “E’ dai giovani che si può e si deve ricominciare, dalla loro onestà intellettuale, dal loro bisogno di rigore”, ha detto l’europarlamentare siciliana. Già, i giovani. Indipendenti, come solo
loro sanno essere, dalle convenzioni, dai formalismi, dal pensiero dominante dell’establishment.

Sulla loro energia positiva si soffermano Antonella Fausti e Greta Cerqueglini, le docenti dell’Istituto che hanno preparato gli studenti, soddisfatte dell’esito dell’evento, previsto nell’ambito della Festa dell’Europa: “I ragazzi della scuola hanno aderito con impegno e serietà, dedicando circa 50 ore pomeridiane all’allestimento dello spettacolo, dimostrando partecipazione e interesse e smentendo il luogo comune che li vuole disimpegnati e superficiali”.

“Lo spettacolo – ha aggiunto il dirigente scolastico Giovanna Carnevali – ha dimostrato che si può affrontare una tematica dolorosa e difficile con pudore, garbo e leggerezza”. Di gratificazione per il pubblico apprezzamento ricevuto ha parlato infine Maritza Loachamin, studentessa della scuola: “E’ bello salire sul palco e sentire di essere giudicati non per quel che si conosce ma per quello che si è”. Chapeau.

foto rita borsellino

foto di gruppo